Pagine

lunedì 12 dicembre 2011

»review« Chosen (by P.C. & Kristin Cast)

Per chi non avesse ancora letto i precedenti volumi (Marked e Betrayed), la lettura di questa recensione potrebbe essere un grosso spoiler sul loro contenuto.

Titolo: Chosen
Autore: P.C. & Kristin Cast
Editore: Nord
Collana:
Data uscita: 28 gennaio 2010
Pagine: 320

Puoi ordinarlo su:
Amazon | Hoepli | LaFeltrinelli
Mi chiamo Zoey Redbird, ho una mezzaluna blu tatuata sulla fronte – il Marchio che contraddistingue i vampiri – e oggi compio diciassette anni. Ma non sono proprio in vena di festeggiare. Essendo una novizia della Casa della Notte, so benissimo che il corpo può rifiutare la Trasformazione e che quindi tutti noi rischiamo di morire da un momento all’altro. Però non riesco ad accettare che questo destino sia toccato alla mia migliore amica, Stevie Rae. Senza contare, poi, che non è morta davvero. È diventata una creatura strana, costretta a vivere nel sottosuolo insieme con altre… «cose» simili a lei.
Nessuno mi toglie dalla testa che Stevie Rae può essere salvata. Il problema è come. Infatti, a ridurla così, è stata nientemeno che la Somma Sacerdotessa, la mia adorata mentore, e questo è un bel guaio, soprattutto perché quella donna legge nel pensiero: se mi confidassi con un insegnante o coi miei amici, lo scoprirebbe subito e di certo farebbe loro del male. A quanto pare, le uniche immuni al suo potere siamo io e Afrodite, la mia peggior nemica, la ragazza più spregevole ed egoista della scuola. Non sopporto l’idea di doverle chiedere aiuto, ma non posso liberare Stevie Rae da sola: quella strega insopportabile è la mia unica speranza...

Il gruppo di amici di Zoey si era ampliato con l'ingresso di colui che sarebbe diventato il ragazzo di Damien, ma si era riassestato alla vecchia quantità con la morte di Stevie Rae.
Sebbene sia il suo compleanno, Zoey non riesce ad essere felice. Varie angosce la tormentano. Tra queste: trovare il modo di riportare la sua migliore amica a uno stato "normale" e fronteggiare la sua mentore.
Per fare ciò si dovrà avvalere del contributo di Afrodite che riacquisterà sempre più ruolo nella narrazione.
Il problema dei ragazzi non si è risolto, anzi forse è peggiorato. Le pressioni da ciascuno di loro si fanno sempre più sentire e pur essendo sicura di ciò che dovrebbe essere giusto fare, non riesce a districarsi dalle numerose relazioni.

Lo stile è sempre fluido e scorrevole. La riesposizione di avvenimenti dei volumi precedenti diventa un po' noiosa (anche perché li ho letti in tempi estremamente ravvicinati), ma senz'altro utile per chi intervalla la lettura con lunghe scadenze, o per chi si inserisce nella storia a metà serie.

Voto:

P.C. Cast è nata a Watseka, Illinois, ma ha trascorso parte della sua giovinezza in Oklahoma, imparando ad amare i cavalli da corsa e la mitologia. Dopo il liceo, si è arruolata nell’Aeronautica ma, nel frattempo, ha continuato a nutrire la sua passione per la narrativa, alla quale adesso si dedica quasi interamente, alternandola al lavoro di insegnante.

Kristin Cast frequenta l’University of Tulsa, dove studia Comunicazione. La parola scritta l’ha sempre affascinata: al liceo, era direttore del giornale della scuola e adesso è un’autrice a tutti gli effetti. I romanzi con protagonisti Zoey e i vampiri della Casa della Notte hanno ottenuto un enorme successo in tutto il mondo e la serie è diventata un fenomeno di culto.

1 commento:

  1. Spero che tu venga a trovarmi, abbiamo la stessa passione.

    RispondiElimina